GIUDICHIAMO SUI FATTI NON PER PARTITO PRESO

Carissimo Silvestri,
la sua memoria non è buona, è ottima. Mino Ronzitti è proprio la stessa persona che, un anno e mezzo fa, firmò una lettera in cui spiegava che non avrebbe partecipato al dibattito sull’inchiesta del Giornale sul sangue dei vinti, perchè non ne riconosceva il valore storico. Ed è lo stesso che partecipò a un «presidio antifascista» contro una raccolta di firme di Giorgio Bornacin e Gianni Plinio in cui qualche no global pensò bene di lanciare anche un lucchetto contro i due esponenti di An.
Quella lettera non mi è piaciuta per nulla. E ho risposto sul Giornale e durante il convegno a Palazzo Ducale dedicato alla nostra inchiesta con l’unico argomento che conosco: quello del ragionamento e delle idee. Cercando di smontare ogni argomentazione dei firmatari. Fra cui, oltre a Ronzitti, c’era anche Luca Borzani, altro esponente diessino con cui mi trovo spesso in polemica, anche aspra, ma a cui riconosco molti meriti come assessore alla Cultura del Comune di Genova. E con il quale è un vero piacere discutere, cercando di uscirne arricchiti, almeno per quanto mi (...)