A giugno (-22%) crollano i passeggeri

da Milano

«L’Alitalia ha 20mila persone. Tutti gli studi hanno portato alla necessità di una riduzione. Quella di Air France sarebbe stata una svendita e si parlò di oltre 7mila esuberi. Noi pensiamo si possano fare meno tagli». Lo ha detto ieri il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, dopo che giovedì aveva anticipato trattative con una grande compagnia internazionale. Ieri sia Lufthansa sia Air France-Klm, i due vettori con i quali un’alleanza sarebbe più ragionevole, hanno smentito. Tuttavia, tutte le indiscrezioni convergono perché sia uno di questi due il partner in «profit sharing» per i voli di lungo raggio. Intanto, in giugno, Alitalia ha imbarcato 1,72 milioni di passeggeri, con una riduzione su base annua del 21,7%. Nell’intero semestre i passeggeri sono stati 9,95 milioni con un calo del 16,4%. È quanto si rileva dai dati dell’Aea, l’Associazione delle aerolinee europee. In Europa il traffico registra una riduzione complessiva dell’1% e una crescita dell’1,5% nel semestre. Ieri il Codacons ha presentato una denuncia alla Procura di Roma per vari reati, tra cui truffa ai danni dello Stato, ipotizzabili nella vicenda della privatizzazione dell’Alitalia.