A giugno la Davos dei giovani: 3 giorni di «movida» tematica

Razionalizzazione. La parola d’ordine dell’assessorato ai Giovani e allo sport del Comune, di cui ieri è stato presentato il bilancio di previsione per il 2009. Non ci sarà più la Notte bianca dello sport, anche perché quest’anno Milano sarà capitale europea dello sport. «Investire 800-900mila euro per un evento che dura una sola notte e che rischia di venire rovinato dalla pioggia, per esempio - spiega Giovanni Terzi, assessore allo Sport - non ha più senso, soprattutto in tempi di crisi. I soldi invece serviranno per non aumentare le tariffe degli impianti sportivi». Come dire lo sport di tutti i gironi non può essere sacrificato per quello di una sera.
Gli amanti della movida e i fan della Notte Bianca, non disperino. L’assessore sta pensando anche a loro e organizzando «una «Davos» dei giovani che sia una sorta di movida tematica con 2 o 3 giorni di eventi di intrattenimento ma anche approfondimento. Per continuare nell’offerta di occasioni di incontro e confronto per tutti i milanesi, e non solo, nell’ottica di una proposta che coniughi contenuti e tempo libero». Ecco allora che il prossimo giugno si terrà una sorta di Forum mondiale dei giovani, come a Davos si tiene quello dell’economia, dove si affronteranno da tutti i punti di vista problemi, aspettative, difficoltà dei ragazzi di oggi, con un occhio all’Expo 2015. Con questo obiettivo Milano sua sta preparando a gemellarsi con Rotterdam, capitale europea dei giovani nel 2009. Attorno al Forum, invece, ruoteranno una serie di eventi, spettacoli, concerti, musiche e locali aperti fino a Notte fonda.