A giugno raccolta negativa per un miliardo

Raccolta netta negativa per 1,046 miliardi in giugno (più 525 milioni di maggio) per i fondi comuni, secondo i dati definitivi di Assogestioni che confermano le anticipazioni. Ancora una volta performance positiva per i fondi obbligazionari, con un saldo di più 1,65 miliardi (2,03 miliardi) e per i fondi hedge, che però rallentano rispetto a maggio con una raccolta netta di 481,8 milioni da 1 miliardo.
Raccolta netta ancora pesantemente negativa per i fondi azionari a meno 1,184 miliardi (meno 1,17 miliardi) e in rosso per 2,147 miliardi (1,02 miliardi) anche i fondi di liquidità. Saldi mensili di importi inferiori per i fondi bilanciati, in positivo per 77,4 milioni (da 0,22 miliardi) e per quelli flessibili con più 77,6 milioni (da meno 79 milioni).
Complessivamente a fine giugno il sistema dei fondi comuni ha visto il patrimonio attestarsi a 557,151 miliardi (da 552,51 miliardi di maggio) e il saldo della raccolta da inizio anno è positivo per 676 milioni (più 1,72 miliardi nei primi cinque mesi). Quanto alle tipologie giuridiche dei fondi, il maggior successo di raccolta va ai fondi hedge (481,8 milioni di raccolta e 17,433 miliardi di patrimonio), mentre i fondi aperti hanno registrato un saldo negativo di 1,23 miliardi (da 0,52 miliardi) per un patrimonio di 531,196 miliardi (da 526,82 miliardi). Marginali i fondi riservati con una raccolta negativa di 297,3 milioni (da 52 milioni) e un patrimonio di 8,521 miliardi (da 8,7 miliardi).
Dal punto di vista della ripartizione geografica i fondi italiani hanno fatto registrare una raccolta di meno 1,565 miliardi, mentre il loro patrimonio si è incrementato attestandosi a quota 394,163 miliardi. I fondi roundtrip (di diritto estero istituiti da intermediari italiani) anche a giugno continuano ad avere la meglio su quelli italiani con un saldo positivo per 519,4 milioni della raccolta e un patrimonio a 162,986 miliardi.