Giulia e Federico, quando sport fa rima con amore

«Lo sport unisce» recita uno spot che va alla grande in tv, di questi tempi. E lo sport unisce davvero. Non solo in senso figurato, per quanto riguarda l’amicizia, la solidarietà, la comprensione. Lo sport, a volte, unisce anche per amore. È il caso del pallanuotista Federico Lapenna, romano, centroboa della pluriscudettata Pro Recco, e della pallavolista Giulia Pincerato, padovana, stella della Cariparma, Serie A2. Entrambi con un palmares di stagione che vanta 15 vittorie su 15 partite. Come dire: l’amore fa anche bene. Confermano entrambi. «È l’unica donna che riesce a farmi stare tranquillo, a capire quello che voglio, a darmi i consigli giusti: mi fa star bene» dice lui. E lei, di rimando: «Federico sa essere forte e dolce, quando sono in difficoltà mi dice sempre le parole giuste, mi aiuta tanto e io lo ascolto». Tutti e due insieme: «Abbiamo trovato un equilibrio e siamo contenti perché anche nello sport va bene: vinciamo sempre». Conseguenza logica: il matrimonio. Magari dopo qualche altra vittoria importante, in Nazionale, alle Olimpiadi di Londra. Intanto, Federico e Giulia fanno progetti più ravvicinati. Giulia: «Ho già comprato un terreno nel paese dove sono nata, in provincia di Padova, e allestiremo un’area dove si potrà gustare carne alla griglia e altre specialità». Federico: «Per fortuna lei gioca la domenica, io il sabato. Sono io a raggiungerla, insieme veniamo a Sori perché il lunedì è libera, viviamo un fine settimana allungato». Parlando di sport? Anche: «Càpita che mi chieda quando è fallo e quando no» confessano all’unisono. È così, certo. L’amore è cieco, non serve la moviola.