Giulia Grif, l’uno-due della fuoriclasse

Alberto Cagnato

da Milano

Giù il cappello a Giulia Grif, autentica fuoriclasse che ieri al trotter di San Siro ha conquistato il Gp Orsi Mangelli con superiorità devastante . L’uno-due in batteria e finale dell’allieva di Marco Smorgon avrebbe steso chiunque e così è stato: la figlia di Viking Kronos - in gioventù il rivale di Varenne - è stata perfetta in entrambe le volate disputate con tattica diversa. All’attesa sino al mezzo giro finale in batteria dove Giulia ha cambiato marcia isolandosi indisturbata alla media eccezionale di 1’11”4 al chilometro.
In finale tutti si aspettavano che lo svedese Express Merett, dominatore della propria batteria, riuscisse a mantenere il comando forte del miglior numero dello schieramento. Ma Giulia Grif ha dimostrato che il proprio repertorio è davvero completo, sciorinando una partenza al fulmicotone che le ha consentito di strappare di forza il comando all’incredulo Express Merett. Il resto della corsa è stata una fuga incontrastata verso il trionfo ottenuto alla media di 1’11”9 davanti a Ganimec per un en-plein tutto italiano.