Giulietta incoronata Auto Europa 2011

Alla nuova Alfa Romeo il prestigioso riconoscimento dei giornalisti dell’Unione
italiana giornalisti dell’Automotive (Uiga), durante la kermesse "Viva l’Auto". Seconda classificata la Citroen DS3, seguita dalla Peugeot RCZ. Quarto posto
per la Volvo S60, seguita dalla BMW Serie 5 berlina; sesta la BMW X1

Firenze - È l’Alfa Romeo Giulietta, con 349 voti, la vincitrice del premio Auto Europa 2011, assegnato a Firenze dai giornalisti dell’Unione italiana giornalisti dell’Automotive (Uiga), durante la kermesse "Viva l’Auto". Quest’anno il premio compie 25 anni. Seconda classificata la Citroen DS3, seguita dalla Peugeot RCZ. Quarto posto per la Volvo S60, seguita dalla BMW Serie 5 berlina; sesta la BMW X1. Alfa Romeo ha già vinto il premio cinque volte compresa quest’ultima (nel 2009 vinse la MiTo). Altri tre i premi assegnati nel corso della serata. L’Arval Fleet Award, per la vettura più ordinata dalle aziende, è stato vinto dalla Fiat Punto Evo; il Dekra Award, dedicato all’auto usata più affidabile, è stato vinto dalla Opel Corsa; mentre l’Internet Auto Award, assegnato da Autoscout24 all’auto più amata dal pubblico web, è andato alla Ferrari 458 Italia.

Nel corso della serata sono stati assegnati altri tre riconoscimenti. Al giornalista Michele Pompili è stato consegnato un premio speciale alla carriera (una tartaruga d’oro, il massimo riconoscimento della Uiga). Un premio speciale è stato consegnato anche al TG2 Motori, che l’anno prossimo compirà 20 anni. Ha ritirato il premio Rocco Tolfa, vicedirettore del TG2. Infine un premio speciale alla carriera per manager è stato consegnato a Giovanni Filipponi, segretario generale Unrae (Unione Nazionale Rappresentante Autoveicoli Esteri).

Pierluigi Bonora, presidente del gruppo che ufficialmente riunisce i giornalisti italiani del settore automotive, ha dichiarato che "il successo dell'Alfa Romeo Giulietta intende sottolineare lo sforzo di Fiat Group nell'azione di rilancio del blasonato marchio milanese, ormai pronto a rientrare a pieno titolo nel mercato nordamericano. Il premio evidenzia anche come un nome del passato, qual è la Giulietta, possa andare incontro a un rinascimento in chiave moderna. Questo modello, preferito dai soci dell'Unione, sintetizza infatti il meglio dello stile italiano e della tecnologia made in Torino, indirizzata nel contempo a una maggiore efficienza e a tanta sicurezza in più. Quest'anno erano quarantuno i modelli candidati al titolo e ancora una volta, prima del verdetto ufficiale, si è assistito a un avvincente testa a testa fra la marca italiana e la francese Citroën, che ha visto nella DS3 il giusto riconoscimento a un progetto innovativo e 'di svolta'".

Domenica pomeriggio la Giulietta ha sfilato per il centro storico dell'antica città dei Medici accompagnata da una "scorta" di vetture storiche, a suggello di un successo proiettato sì al futuro, ma che non può prescindere dalla straordinaria eredità Alfa Romeo. L'autorevole giuria giornalistica, stando alle preferenze indicate sui tagliandi di votazione, ha preferito la vincitrice essenzialmente per tre dei cinque parametri previsti: "design e aerodinamica", "prestazioni, consumi ed emissioni", "tecnologia, sicurezza e innovazione".