La giunta: «Ma il gonfalone è nostro e lo gestiamo noi»

«Nel documento non si fa riferimento al gonfalone della Regione, che è nelle disponibilità della giunta. L'ufficio di presidenza e la conferenza dei capigruppo decideranno in merito alle concrete forme dell'adesione dell'assemblea e della delegazione che eventualmente potrà partecipare alla manifestazione», si affretta nel pomeriggio a precisare l’ufficio stampa del consiglio regionale per dire che non è sicuro che il gonfalone vada al Family Day. Per Plinio è la vittoria migliore: «Excusatio non petita, accusatio manifesta - gongola il capogruppo di An -. E comunque trovo singolare che si cerchi di aggirare la volontà sovrana del consiglio. Sono imbarazzati e imbarazzanti. Anch’io ho fatto il presidente del consiglio e se è vero che sul gonfalone decide la giunta, è altrettanto vero che quando la Regione, come in questo caso, è presente formalmente ad un evento, prassi vuole che ci vada col gonfalone».