Con la giunta di Ombretta Colli spazio anche all’opposizione

Roberto Vitali nel consiglio d’amministrazione dell’Isap, l’Istituto di scienza dell’amministrazione pubblica. Lo designa l’allora presidente della Provincia, Ombretta Colli. È il 7 marzo 2003: a segnalare il responsabile meneghino dell’associazione Libertà eguale è Nora Radice. E sempre la diessina Nora Radice, all’epoca vicepresidente del consiglio provinciale, indica Rinaldo Comi come membro di Palazzo Isimbardi al centro studi del pim. E, ancora, in quota Ds è Tonino Mulas che il 3 marzo 2003 entra nel consiglio d’amministrazione dell’Azienda provinciale per il turismo di Milano. Elenco parziale dello spazio che l’amministrazione provinciale del centrodestra ha concesso ai partiti della minoranza. Questione di rispetto anche del voto del corpo elettorale prima che di stile di governo. Che, per gli amanti della statistica, in percentuale si traduce nell’8,58 su cento e rotte nomine.