«Giurerò come Barack Hussein»

Barack Obama giurerà da presidente degli Stati Uniti, il 20 gennaio prossimo, usando anche il suo secondo nome, Hussein. Lo ha detto lo stesso presidente eletto in un’intervista al «Chicago Tribune» nella quale ha promesso di voler rinnovare fin dal giorno dell’ insediamento le relazioni con il mondo musulmano. Il nome intero del nuovo presidente, Barack Hussein Obama, durante la campagna elettorale è stato usato soprattutto dagli avversari che intendevano attaccarlo e dipingerlo con un «arabo». «La tradizione - ha detto Obama nell’intervista, parlando del giuramento che farà il 20 gennaio - è quella di usare tutti e tre i nomi e seguirò la tradizione. Non sto cercando di tentare di affermare qualcosa, farò semplicemente quello che hanno fatto tutti gli altri presidenti». Obama ha anche confermato l’intenzione di pronunciare all’inizio della presidenza un discorso da una capitale del mondo islamico. «Abbiamo un’occasione unica - ha detto il presidente eletto - di rilanciare l’immagine dell’America nel mondo, e nel mondo musulmano in particolare».