La giustizia da salotto

Quello di Anna La Rosa è considerato il salotto buono della politica. Così in questi anni a Telecamere sono sfilati tutti gli uomini che contano, ma soprattutto in questi mesi - fa notare Dagospia - sono passati tutti i diessini che servono. Così, casualmente, nella seduta che doveva confermare la sospensione dall’ordine dei gionalisti di Annuzza (coinvolta da un’inchiesta giudiziaria) i consiglieri di area Quercia si sono alzati facendo mancare il numero legale. Risultato: tutto fermo e La Rosa in salvo per altri due mesi. Per continuare a fare salotto.