Il giustiziere in cella: «Le vittime siamo noi»

Giorgio Pignoli, da giorni ricercato per le aggressioni ai filippini in piazza Prealpi, si è costituito. Ieri, si è presentato spontaneamente in Tribunale per essere interrogato dal gip. Davanti al giudice ha assicurato che «non si tratta di razzismo». «Con me lavorano peruviani e filippini - ha spiegato - e con loro non ho mai avuto problemi». Il problema, semmai, «sono le persone che hanno occupato il nostro quartiere, che si ubriacano, e sono violente». E i primi ad essere aggrediti «siamo stati noi».