«Giusto aumentare l’aliquota fiscale»

Roma. Il segretario generale della Uil, Luigi Angeletti, si è detto favorevole a portare al 20% la tassazione delle rendite finanziarie, così come previsto dal programma del centrosinistra. Secondo il sindacalista «è un livello di tassazione paragonabile a quello di altri Paesi. Non vedo perché dobbiamo essere il paradiso fiscale per i ricchi e l’inferno fiscale per i lavoratori dipendenti». E sul taglio del cuneo fiscale promesso dal leader dell’Unione Romano Prodi Angeletti ha aggiunto: «Il problema è a chi si riducono le tasse. Noi pensiamo che questa volta debbano essere ridotte ai lavoratori dipendenti, perché - conclude il leader della Uil - bisogna riequilibrare la fiscalità».