Per Gl events un piano di rafforzamento in Italia

Gl events è quotata alla Borsa di Parigi. Nel 2007 ha fatturato 634 milioni di euro (+27,8%), di cui il 40% generato all’estero. A livello mondiale possiede o gestisce 28 quartieri espositivi e organizza, ogni anno, 2.100 eventi con un totale di 30mila espositori e 4 milioni di visitatori, tra operatori economici e pubblico.
Il gruppo occupa, a livello internazionale, 3mila persone. Sono ormai passati due anni da quando il colosso francese è entrato di peso sul mercato italiano con l’acquisizione da Alfredo Cazzola di Promotor International, la società bolognese organizzatrice da circa 30 anni del Motor Show di Bologna, oggi guidata da Giada Michetti. Oggi Gl events, che si appresta a creare Gl events Italia Spa, holding sotto cui fare confluire tutte le attività nella Penisola, è una realtà di primo piano nell’ambito di fiere, eventi e congressistica.
Per avere un’idea, oltre a possedere Promotor International, che organizza il Motor Show di Bologna, Gl events è titolare del centro espositivo Lingotto Fiere, controlla all’80% la società che gestisce il quartiere fieristico di Padova (il restante 20% appartiene a soci pubblici) e ha partecipazioni di minoranza (rispettivamente dell’8,7 e del 4,2%) nelle fiere di Bologna e di Rimini. Le tre anime principali che faranno capo alla nuova holding sono i quartieri fieristici di Padova e Torino e la Promotor Automotive. Il Lingotto Fiere, nel corso del 2008, si è segnalato per aver ospitato ben cinquanta tra manifestazioni fieristiche, congressi e convention. PadovaFiere, sempre lo scorso anno, è stata la sede di venti rassegne. Promotor Automotive è una struttura operativa, con sede a Bologna, che ha la responsabilità dello sviluppo e della gestione di eventi legati al settore dell’automobile. Tra questi spiccano il Motor Show e My Special Car, Salone dell’auto speciale e sportiva organizzato alla fiera di Rimini e giunto alla settima edizione. Promotor Automotive è impegnata anche a cercare partner internazionali per esportare format che hanno ottenuto successo in manifestazioni italiane. Un esempio è Innovation Cube, iniziativa sulla tecnologia innovativa legata alla mobilità, organizzata in collaborazione con H2Roma,che ha debuttato all’ultimo Motor Show e ha riscosso successo. In futuro Promotor Automotive punterà anche a organizzare manifestazioni nei Paesi del Medio e dell’Estremo Oriente. Per Gl events, insomma, l’Italia non è soltanto il suo secondo mercato, ma è anche un’importante fonte di idee e capacità da mettere in pratica.