Calzature, la moda glamour fa sistema per il made in Italy

Edizione di svolta per theMicam, in corso fino al 15 febbraio a Fiera Milano con 1405 espositori italiani e stranieri. Si punta al glamour per conquistare sempre più buyer stranieri. Il ministro Calenda: "A settembre per la Settimana della moda ci sarà una grande integrazione delle manifestazioni"

E' un salone internazionale della calzatura sempre più glamour e sempre più collegato al sistema moda italiano, quello in corso fino al 15 febbraio nei padiglioni di Fiera Milano. TheMicam 2017 segna un passaggio importante anche sul fronte dell'internazionalizzazione e con la presenza di grandi griffe come Fendi, Ferragamo, Gucci, Prada e Tod’s, 1.405 aziende di cui 795 italiane che presentano le nuove collezioni autunno - inverno, preannuncia una nuova strategia per il in made in Italy della moda e dell'accessorio moda. Segnale colto in pieno dal ministro allo Sviluppo Economico Carlo Calenda, intervenuto all'inaugurazione con il sindaco di Milano Giuseppe Sala.

“E' l'anno della svolta per theMicam” ha detto, ricordando la sua presenza all'edizione di tre anni fa della manifestazione di Assocalzaturifici, “e allora non c'era questo aspetto glamour e non c'erano i grandi marchi con il loro appeal globale a dare forza anche all'aspetto commerciale, del business, e questo rientra nella nostra strategia sulla moda, offrire attività concentrate per far crescere l'attenzione dei buyer internazionali”. Strategia che farà un importante, e forse decisivo passo avanti il prossimo settembre, "con l'integrazione delle manifestazioni durante la Settimana della moda a Milano”. Annucio che segue quello di Annarita Pilotti: “Assocalzaturifici dice sì a una federazione unica del comparto fashion", perché "fare sistema tra i player dell'industria della moda rappresenta una priorità urgente e non più rinviabile".

Fra i temi all'ordine del giorno c'è quello del rafforzamento dell'export calzaturiero e non solo, su cui è impegnata a fondo anche l' Agenzia Ice sia per theMicam che per

Mipel-The Bag Show, il salone della pelletteria che si tiene in Fiera Milano in contemporanea con quello della calzatura. Ice – si sottolinea - “partecipa con 80 operatori stranieri per dare un impulso alle esportazioni e far tornare a crescere due settori che nell'ultimo anno hanno registrato delle leggere flessioni”.

Nell'edizione di sttembre 2016 di theMicam c'è stato infatti un aumento del 7% dei visitatori e l'organizzazione di oltre 1300 incontri b2b tra gli operatori stranieri accompagnati da Ice e gli espositori. In questa prima edizione 2017 è presente con un incoming di circa 50 buyers esteri eer rafforzare l'immagine della manifestazione, il suo carattere moda-tendenza e l'unicità del prodotto calzaturiero made in Italy, ha invitato le principali testate di settore e ha supportato la realizzazione di seminari formativi.

In occasione del Mipel, invece, che già dall'edizione di settembre è entrata in una nuova fase di rilancio per aumentare la "brand awareness" tra gli operatori del settore e la stampa, Ice ha organizzato una missione di 30 delegati stranieri provenienti dai quattro paesi considerati target per il settore della pelletteria: Corea del Sud, Giappone, Federazione Russa e Stati Uniti.