Pelletteria, il glamour di Mipel conquista i buyer

Espositori e visitatori in costante crescita per il salone della pelletteria. Riccardo Braccialini: "La manifestazione è un hub creativo d’eccellenza, un punto d’incontro per i diversi soggetti della filiera" produttiva”

Espositori e visitatori in crescita per Mipel 114, la manifestazione dedicata alla pelletteria: dalle borse agli accessori alla materia prima. Crescono sia il numero degli espositori che quello dei visitatori. Per la terza volta consecutiva - per la regia di Danny D’Alessandro dg di Assopellettieri e ad di Mipel - è stato raggiunto l’obiettivo del “tutto esaurito”: oltre 65 i nuovi espositori nel Padiglione 10 con gli spazi raddoppiati, nell’ area Scenario, l’hub di riferimento della “new generation” di pellettieri. Oltre 90 gli espositori nel Mipel Hall Spazio, l’area dedicata agli Overseas Manufacturers, collocato al padiglione 12 e collegato direttamente con Mipel.
Le presenze nella manifestazione sono aumentate rispetto a quelle di febbraio 2018 e settembre 2017, la migliore edizione di sempre, prima di quella appena conclusa. Positive le presenze dei buyer italiani, in linea con quelle delle ultime edizioni.

Sul fronte dei mercati esteri, è stata registrata una notevole affluenza di visitatori provenienti da Giappone e Corea Del Sud – anche grazie alle recenti iniziative di promozione internazionale le cui ultime edizioni si sono tenute a Seoul (ottobre 2017 e marzo 2018) e Tokyo (luglio 2018) -, Cina, Russia e Ucraina (in questo caso in sensibile incremento, circa il 10%). Ottime anche le presenze di visitatori qualificati provenienti da Stati Uniti e Australia. Sul fronte europeo, in leggero calo le presenze di visitatori provenienti dalla Germania, mentre crescono i buyer dal Portogallo.

Le due principali novità dell’edizione, la presentazione delle quattro capsule collection realizzate da quattro aziende storiche espositrici di MIpel con la partecipazione di quattro designer emergenti e il lancio della collezione discord by Yohij Yamamoto, confermano sempre più la mission di Mipel: hub creativo d’eccellenza, punto d’incontro per i diversi soggetti della filiera produttiva”, commenta Riccardo Braccialini, presidente di Assopellettieri e di Mipel.

"Stiamo crescendo e consolidando un ruolo importante a livello internazionale - aggiunge Danny D’Alessandro -. Mipel è una piattaforma a disposizione del sistema produttivo della pelletteria e rappresenta un esempio dell’Italia che funziona e che ha voglia di vincere la competizione internazionale. Siamo aperti al futuro e all’innovazione. Chiediamo alle nostre aziende di credere nelle nostre proposte”.

La prossima edizione di Mipel si svolgerà dal 10 al 13 febbraio 2019 a Fieramilano, sempre in concomitanza con Micam.