Glaxo in forte calo a Londra

Avvio di settimana incerto nelle Borse mondiali, e anche New York non ha saputo esprimere una tendenza ben definita, nonostante la crescita del Superindice superiore alle attese. A fine giornata i tre indici principali oscillavano intorno alle chiusure di venerdì. Nuovamente in calo General Motors, dopo un avvio positivo, mentre la rinuncia di Lockheed Martin (più 1%) ha fatto crollare la mancata preda Computer Science, che perde il 12,3%. Boeing è cresciuta del 2%, alla commessa da 4,6 miliardi di dollari. In Europa l’attenzione si è rivolta a Parigi, per l’avvio della quotazione di Edf, avvenuta sulla base del prezzo di collocamento di 32 euro. In tensione Thales (più 2,5%) ai rumors di una possibile Opa da parte di Alcatel (meno 3,3%). A Londra crollo di GlaxoSmithKline (meno 4,7%), per il pericolo che le autorirà Usa blocchino la vendita di un farmaco. Bene a Francoforte DaimlerChrysler (più 1,9%), favorita dal concambio euro-dollaro.