Il globo illuminato simbolo del potere del nuovo gigante

La precedente fotografia di Pechino entrata nella storia dell’umanità mostra uno studente di fronte a una fila di carri armati, in piazza Tienanmen, il 4 giugno 1989. Diciannove anni dopo, il regime punta a cancellare il passato (e il presente) con un’immagine opposta: un globo illuminato di 16 tonnellate che si alza dal suolo dello stadio olimpico davanti a 92mila spettatori che applaudono entusiasti. Un mappamondo sgargiante e senza confini, simbolo del pianeta trasformato dalla globalizzazione, di cui l’ultimo grande regime comunista è il principale trascinatore. Il Novecento è lontano, la nuova rivoluzione culturale è cominciata. «Il momento storico che abbiamo aspettato tanto a lungo sta arrivando», ha detto ieri il presidente Hu Jintao.