GM, il governo Usa avrà il 70%

Il governo americano sarà il maggiore azionista di General Motors dopo che la società sarà emersa dalla bancarotta, e stanzierà circa 50 miliardi di dollari per facilitare la ristrutturazione della casa automobilistica. Lo riporta il New York Times citando alcune fonti, in base alle quali il Tesoro riceverà il 70% della nuova Gm. Al sindacato - in base a quanto dichiarato dallo stesso United Auto Worker - andrà il 17,5%, cioè circa la metà di quanto inizialmente proposto. I creditori - prosegue il quotidiano - riceveranno circa il 10%. Tra gli azionisti ci potrebbe essere, secondo Bloomberg, anche il governo canadese.