Gm-Renault, si parla di soldi

da Milano

Renault, Nissan e General Motors continuano «l'esplorazione delle opportunità di una alleanza industriale» e porteranno avanti le loro discussioni «fino a metà ottobre, come previsto». È quanto ha affermato Renault con una nota diffusa ieri a seguito di un incontro a Parigi tra i vertici delle case automobilistiche. Alla vigilia dell'apertura alla stampa del salone dell'auto della capitale francese, Carlos Ghosn - ad di Renault e Nissan - e Rick Wagoner «si sono incontrati per proseguire le discussioni sulla possibile alleanza dei tre gruppi», aggiungeva la nota, senza fornire ulteriori dettagli. «Le trattative procedono bene», ha poi commentato Ghosn. La stampa statunitense ha ripetutamente riferito che le trattative sarebbero giunte in una fase difficile, e secondo le ricostruzioni pubblicate nell’edizione online del Wall Street Journal uno dei nodi più controversi riguarderebbe i termini finanziari dell’intesa. In sostanza Gm vorrebbe che Renault e Nissan pagassero di più. «Nell'incontro - ha scritto il Wsj, citando fonti vicine alla trattativa - Ghosn ha detto che una alleanza tra le sue società e Gm potrebbe consentire riduzioni delle spese per 10 miliardi di dollari. Ma in privato il manager ha anche aggiunto che il management di Gm non si è dimostrato entusiasta sul piano fin dall'inizio». «Wagoner - aggiunto il quotidiano finanziario Usa - si è detto aperto alla prospettiva se la cosa risultasse conveniente per Gm, ma Renault e Nissan ne trarrebbero così tanto beneficio che per compensare dovrebbero pagare miliardi di dollari» alla casa statunitense, primo produttore globale di auto. Va ricordato che il management Gm ha accettato di avviare lo studio di fattibilità non tanto per iniziativa propria, quanto per i pressanti inviti giunti dal miliardario Kirk Kerkorian, tra gli azionisti di riferimento di Gm. E secondo il Wsj il fatto che le discussioni proseguano rappresenta un vittoria proprio per Kerkorian.
In giornata, prima del comunicato emesso da Renault, si erano diffuse indiscrezioni sul momento difficile attraversato dalle trattative tra Renault e Nissan e su nuovi possibili contatti di Ghosn con i vertici di Ford, altro possibile alleato del gruppo franco-nipponico. Nei mesi scorsi tra i manager dei due gruppi c’era già stata una serie di incontri.