GM salva le Borse dalla febbre suina, Milano in rialzo

Il Mibtel avanza dell'0,45%, sprint di Fiat e Banca Popolare Milano. Cade Autrogrill

Colpo di reni nel finale per Piazza Affari che chiude in positivo una giornata apparsa da subito difficile per i timori legati ai contraccolpi economici del virus dell'influenza suina: il Mibtel è salito dell'0,45% (+0,83% l'S&P/Mib) tra scambi per un controvalore di 2,7 miliardi.
Anche Wall Street aveva aperto in calo, ma è poi passata in positivo, ridando fiato ai listini europei, grazie al recupero dell'indice Fed di Dallas e all'annuncio del nuovo piano di tagli e ristrutturazione del debito di General Motors.
A Milano sprint di Fiat che ha rotto quota 8 euro (8,04 euro il prezzo) chiudendo in rialzo 4,4% (fra scambi pari al 5% del capitale) dopo l'accordo fra Chrysler e i sindacati americani dell'auto. Che rappresenta un passo avanti nelle trattative fra Torino e il gruppo Usa. Accoglienza euforica poi per il debutto di Massimo Ponzellini alla presidenza della Banca Popolare di Milano (+5%), la migliore tra le blue chip. Positivi anche altri titoli del comparto bancario, a partire da Unicredit (+3,4%), Mediobanca (+3,2%), Banco Popolare (+2,3%). Più tranquilla Intesa Sanpaolo (+0,8%) mentre ha chiuso in negativo Mps (-1,3%) seguita dagli assicurativi Fonsai (-1,4%), Alleanza (-1,2%) e Generali (-1,2%). Negli altri settori, forti gli acquisti su Ansaldo Sts (+3,2%), Stm (+3,2%), Tenaris (+2,4%), A2A (+1,8%), Enel (+1,9%) e Telecom (+1,3%).
Bilancio negativo invece per Autogrill (-4,8%), Atlantia (-2,2%), Cir (-1,8%), Campari (-1,6%) e Lottomatica (-1,4%). A cui si aggiunge il tonfo di Trevisan, sospesa per gran parte della seduta, che ha ceduto l'8% dopo che la società di revisione non si è espressa sul bilancio 2008. Trevisan ha ribadito che proseguono le trattative con le banche sulla ristrutturazione del debito. Male anche Mariella Burani (-6,8%), Pininfarina (-6,2%) e Tiscali (-5,2%). Scatto invece Indesit (+11,3%), Landi Renzo (+5,1%) e Safilo (+4,9%).
Tra le altre Borse europee, dopo una giornata contrastata, Francoforte ha guadagnato lo 0,42%, Londra lo 0,3% e Zurigo l'1,23%, mentre Parigi ha chiuso piatta.