Gli gnocchetti all’acciuga che conquistano il palato e lo spirito

Gnocchetti di topinambur con acciughe, marò di fave e macchetto: una vera leccornia che appaga la vista e ancora di più il palato. Con questo piatto, lo chef Paolo Alberelli del ristorante «Doc» di Borgio Verezzi ha conquistato la giuria di enogastronomi e i commensali nel salone del complesso monumentale di Sant’Ignazio per la serata finale del concorso «I sapori dell Superba». Ma al di là del vincitore - come hanno sottolineato Massimo Biagiali e Gianni Malagoli, presidente e segretario generale dell’Ordine dei ristoratori professionisti che ha promosso l’iniziativa - il successo accomuna il centinaio di cuochi italiani e di altri Paesi del mondo (anche il Giappone!) che hanno inviato ricette a base di alici. L’edizione di quest’anno, dedicata alla regina del pesce azzurro, ha avuto il sostegno di primari partner di settore, fra cui Angelo Po Grandi Cucine, Oleifici Barbera, azienda vinicola Castello di Querceto, oltre a Fondazione Carige, rappresentata dal presidente Vincenzo Lorenzelli, e Comune di Genova con l’assessore Anna Castellano. Dieci ricette erano state selezionate per le due serate finali del concorso, ma tutte le proposte degli chef sono raccolte dall’Orpi in un volume illustrato (di cui daremo ampia recensione). «L’appuntamento è al prossimo anno - ha concluso Malagoli - con un nuovo ingrediente, materia prima, in grado di promuovere la cucina ligure nel mondo».