Gnudi: congelata l’operazione Snet

Enel

«L’operazione Snet è congelata». Così il presidente di Enel, Piero Gnudi, sull’operazione di acquisto del 35% di Snet (la terza azienda elettrica francese, controllata con il 65% da Endesa e nel cui capitale figurano Charbonnages de France con il 16,25% ed Edf con il 18,75%) per cui Enel ha presentato una manifestazione di interesse ma che è condizionata all’Opa lanciata da Gas Natural su Endesa. «L’operazione si è bloccata del tutto - ha aggiunto - perché non sappiamo quale sarà la nostra controparte. Non andiamo a comprare azioni di minoranza senza sapere chi sarà il socio di maggioranza», in quanto «se compriamo vogliamo sapere chi c’è dall’altra parte, perché poi è con loro che dobbiamo fare accordi». Per l’accordo sul reattore nucleare francese Epr, invece, la scadenza ipotizzata per fine anno, secondo Gnudi, «è indicativa. Gennaio o febbraio potrebbe essere lo stesso».