Gnutti chiederà lo sblocco delle azioni

Milano. Anche Emilio Gnutti è pronto a chiedere il dissequestro delle azioni Antonveneta possedute dalle società che fanno capo a lui e che sono state messe sotto sigilli dagli inquirenti nell’ambito dell’inchiesta sulla scalata all’Istituto padovano. Già nei prossimi giorni i legali del finanziere bresciano potrebbero presentare in procura, a Milano, una richiesta in tal senso.
Richiesta che si aggiungerebbe a quella già depositata da Société Générale sulle azioni che fanno riferimento a Stefano Ricucci. Allo stato le uniche azioni che hanno ottenuto il dissequestro sono state quelle che facevano riferimento a Bpi mentre per tutte le altre gli inquirenti starebbero lavorando a una soluzione che consenta lo sblocco.