«Go», ovvero vai in negozio e trova ciò che serve da mettere in valigia

Dallo spazzolino da denti al portascarpe, dalle etichette per i bagagli ai cuscini anti allergia: tutto l'occorrente per viaggiare

Oltre un milione di valige vendute nel 2016, un centro di Ricerca e Sviluppo interno con ben cinque ingegneri(uno di questi, Francesco Costa, specializzato in Ingegneria aerospaziale) svariati brevetti e un'impagabile esperienza nell'arte di preparare i bagagli, collocano Carpisa tra i marchi leader della valigeria. Logico quindi che l'azienda partenopea abbia studiato GO (VAI in inglese) un nuovo tipo di negozio destinato al viaggio in ogni suo aspetto. Si parla di più di 1500 referenze di oggetti studiati per rendere più confortevole ogni tipo di spostamento in aereo, auto, treno e nave.

Ci sono ovviamente le valige in ogni forma, materiale e colore cominciando dalle nuove Carpisa GOTECH costruite con un materiale praticamente indistruttibile e coperto da brevetto. Brevettate e sperimentate anche le speciali ruote staccabili e ultra silenziose che si possono cambiare da soli in caso di necessità. Infatti ne vengono fornite due di scorta con tanto di forcelle e cacciavite al momento dell'acquisto. Nei necozi Carpisa Go ci sarà comunque una specie di «baggage clinic», del personale specializzato che insegna tutti i trucchi per fare meglio le valige e la possibilità di personalizzare i propri bagagli con qualcosa di più delle solite iniziali. Ci sono per esempio le valige Unique che vengono letteralmente assemblate dagli stessi acquirenti: con otto pezzi e sei colori da combinare come si vuole per un totale di 48 diverse soluzioni. La cosa più divertente sono i mille e più accessori: dall'organizer giornaliero o settimanale per le pillole alle etichette profumate, dai beauty case trasparenti con contenitori da massimo 100 ml per evitare il sequestro al controllo di sicurezza alle innumerevoli buste porta qualcosa.

Qui gli esperti di Carpisa si sono veramente sbizzarriti: oltre ai classici per le scarpe e la biancheria sporca o pulita, c'è anche una super busta imbottita per proteggere gli apparecchi elettronici e impedire che si mettano in funzione da soli evitando di seminare costernazione e panico nelle squadre antiterrorismo giustamente in allarme negli aeroporti e stazioni del mondo occidentale. Un ampio reparto riguarda tutto quello che puoi dimenticare eppure è indispensabile: mutande di ricambio, spazzolino da denti, una giacca a vento leggera e impacchettabile, il cuscino anti allergia, le pantofole e i tappi per le orecchie.

L'oggetto più curioso e interessante è un organizer pieghevole da trolley che una volta estratto si trasforma in una struttura da appendere nell'armadio con tre comode mensole per oggetti non particolarmente pesanti. «Avremo anche un'agenzia di viaggi interna ai primi due store che verrano aperti entro fine ottobre a Milano in via Torino e a Napoli in via Toledo» spiega Maurizio Carlino amministratore delegato con Gianluigi Cimmino di Pianoforte Group, la holding che controlla oltre a Carpisa Yamamay e Jacked. «Potremo offrire combinazioni favorevoli trattate direttamente da noi con i diversi tour operator» conclude il manager annunciando l'apertura entro fine anno di 20 super negozi Carpisa GO.