«Gogì», versi vernacolari firmati Giusi Bonacina

È una raccolta di versi in dialetto bergamasco l’ultimo lavoro di Giusi Bonacina, giornalista e scrittrice che domani alle 16 presso la sala conferenza dell’Associazione di Mutuo Soccorso a Bergamo presenterà il suo libro «Gogì». Prima fatica poetica, espressione di un modo tutto personale di dichiararsi «no global» usando la lingua dei nonni, il bergamasco appunto. Insieme all’autrice parteciperanno anche Sergio Stimolo, giornalista e scrittore, la poetessa Rita Rossi e Jacopo Andriolo autore dei disegni del volume. Sarà la stessa Bonacina con Alba Cattaneo a leggere alcuni versi accompagnati dalla musica di Ugo Passera. Ma quello di domani, è soltanto il primo appuntamento in programma. Il 5 dicembre, presso il «Caffè letterario» di via San Bernardino 53, ci sarà una seconda presentazione. Originaria di uno dei borghi più caratteristici di Bergamo, Giusi Bonacina è un’esperta di tradizioni, costumi, cultura e folclore tipici di questi luoghi. Già autrice di raccolte di racconti in cui si è avvicinata a un genere più strettamente letterario e autobiografico, la Bonacina ha collaborato con quotidiani e periodici regionali e nazionali.