Un gol fantasma salva gli inglesi di Rooney:domenica Italia-Inghilterra

Solito catenaccio di Hodgson e difesa chiusa a riccio. Dopo la prima fase a gironi eliminati i due paesi organizzatori, Ucraina e Polonia

L’Inghilterra nella notte di Do­netsk si prende tutto: qualificazio­ne e addirittura il primo posto. I tre leoni devono dire tre grazie: a Rooney che segna subito all’esor­dio, a Ibra che batte la Francia e al­l’arbitro di porta che non vede un gol fantasma ucraino. Sarà dun­qu­e la nazionale di Hodgson ad af­frontare l’Italia nei quarti di finale domenica sera a Kiev. Sbattuta fuori una furiosa Ucraina che cre­deva davvero nell’impresa. Inve­ce come nel 2008 già dopo la pri­ma fase entrambi i paesi organiz­zatori sono eliminati.

Il rammarico cresce perché la squadra di Blokhin non è stata co­sì inferiore agli inglesi, come avrebbero voluto i valori in cam­po. Una partita in cui l’Inghilterra rialza il «muro» sul quale aveva già rimbalzato la Francia (Nasri a parte). Hodgson fa tesoro dei suoi trascorsi in Italia e sembra ispirar­si al Chelsea campione d’Europa per fare le fortune della regina. Di­fesa impenetrabile e centrocam­po bloccato sulla mediana: per gli avversari diventa un’impresa riu­scire a entrare in area (primo ap­punto per Prandelli).

L’Ucraina non lo fa mai anche perché Blo­khin non ha Shevchenko che non ha smaltito l’infortunio al ginoc­chio sinistro. I padroni di casa of­frono volontà e anche buone tra­me di gioco ma manca il colpo riso­lutore. Li ha entrambi in panchi­na quelli capaci di piazzarlo. E di valore perché sono due palloni d’oro: l’ex rossonero e... il ct. Blo­khin a un certo punto entra anche sul terreno di gioco per «insegna­re » alle sue punte i movimenti da fare, come andare in profondità. L’unico modo per infilare la stati­ca difesa inglese ( secondo appun­to per Prandelli) e sfruttare un’eventuale amnesia, di quelle viste con la Svezia e anche ieri non sono mancate soprattutto dopo il vantaggio, di Terry e soci. Hodgson, invece, non si dispe­ra più di tanto se il suo attacco ( ter­zo appunto per Prandelli) non si aziona quasi mai, colpa delle idee che scarseggiano in regia, orfana di Lampard.

L’unica volta che crea nel primo tempo dovrebbe essere quella buona per l’esordio con gol di Wayne Rooney, al rien­tro dopo la squalifica rimediata nell’ultima gara di qualificazione. Invece il bad boy, che per stanlio­roy dovrebbe rappresentare il chiavistello per puntare al grande colpo, solo davanti a Pyatov mette a lato. Appuntamento solo riman­dato perché il thé inglese di metà serata si rivela un toccasana per Rooney che impiega appena due minuti per sbloccare la partita de­positando in rete da pochi passi a porta vuota. Una testata col «par­rucchino ». Anche se a spingere l’Ucraina definitivamente nel ba­ratro è stato il netto gol fantasma di Devic non visto neppure dall’ar­bitro di linea ( tanto invocato dalle nostre parti).

A quel punto Blo­khin ha gettato nella mischia an­che Shevchenko, ma subito si è ca­pito che l’attaccante, condiziona­to dall’infortunio, non avrebbe po­tu­to lasciare il segno e ribaltare Ro­oney come Ibra. E trasformare in gioia la rabbia ucraina. A ridere è la regina salvata da un dio «acceccato» in giacchetta. Ai mondiali del 2010 una rete non vi­sta­di Lampard fece piangere gli in­glesi contro la Germania. Ora il dio eupalla ha rimesso le cose a po­sto. E l’Inghilterra vuole cambiare la storia.

Commenti

plaunad

Mer, 20/06/2012 - 10:17

Dopo lo squallido gioco degli inglesi di ieri mi domando se ci sarà ancora qualcuno che osi dire che é l' Italia a fare il "catenaccio".

plaunad

Mer, 20/06/2012 - 10:17

Dopo lo squallido gioco degli inglesi di ieri mi domando se ci sarà ancora qualcuno che osi dire che é l' Italia a fare il "catenaccio".

Lu mazzica

Mer, 20/06/2012 - 10:42

Il Goal dell'UCRAINA c'era e come ; il pallone era dentro al 75° centimetro prima di essere calciato fuori dalla porta !!!!!!!! Almeno in 35 milioni lo hanno visto in T.V. !!! Ma, dove caz.....zzzzzzo stava stò cornutazzo di arbitro della porta ??? Forse con un nero a fargli la mano morta ????? Rgds., Lu mazzica

Lu mazzica

Mer, 20/06/2012 - 10:42

Il Goal dell'UCRAINA c'era e come ; il pallone era dentro al 75° centimetro prima di essere calciato fuori dalla porta !!!!!!!! Almeno in 35 milioni lo hanno visto in T.V. !!! Ma, dove caz.....zzzzzzo stava stò cornutazzo di arbitro della porta ??? Forse con un nero a fargli la mano morta ????? Rgds., Lu mazzica

Pippo47

Mer, 20/06/2012 - 10:42

Sono una squadra di una mediocrità paurosa , senza fantasia , con il Pescara di Zeman non avrebbero nessuna chance , speriamo che l'Italia non vada fuori contro una squadra di così basso livello.

charliehawk

Mer, 20/06/2012 - 11:03

Il gol dell'''Ucraina c'era ed è incomprensibile che l'arbitro di linea, piazzatissimo non lo abbia visto. E' assolutamente inaccettabile e ,non vale certo a sua discolpa il fatto che l'azione fosse partita in netto fuorigioco. Miopia o malafede? Bisogna però dire che, a meno di pensare che l'Ucraina , una volta pareggiato avrebbe anche segnato il gol della vittoria, la non convalida della rete , non ha aiutato gli "pseudo maestri " del calcio, che avrebbero ugualmente vinto il girone, ma la Francia, che avrebbe rischiato l'eliminazione.

plaunad

Mer, 20/06/2012 - 11:30

Hanno inventato l'arbitro di linea proprio per evitare questi errori. A quanto pare non serve assolutamente a nulla.

federossa

Mer, 20/06/2012 - 12:48

Polonia e Ucraina, hanno fatto bene ad uscire, per diverse ragioni: - 1 hanno avuto il benestare nell'organizzazione......perciò sono credibili - 2 entrambe le Nazioni, non hanno l'Euro come moneta nazionale.....ciò favorirà l'arrivo di turisti esteri che PORTERANNO TANTI EURO! - 3 i rapporti "difficili" tra la Polonia e l'Ucraina, vengono raffreddati per le entrambe eliminazioni.....niente tifoseria "partigiana"

mauriziopiersigilli

Mer, 20/06/2012 - 14:12

la nazionale inglese non ha mai vinto nulla tranne il remoto titolo del 66 organizzato a casa loro e rubato a causa di un gol inesistente in finale sono esaltati da tanti giornalisti non si capisce perche' e pieni di loro stessi e hanno sempre giocato un calcio da ridere il loro sport nazionale è sicuramente il rugby

Mario-64

Mer, 20/06/2012 - 14:17

Un'ultimo sforzo ragazzi , che poi in semifinale rifacciamo la storica Italia-Germania!

Ritratto di bastardissimo70

bastardissimo70

Mer, 20/06/2012 - 17:25

Sara' un quarto di finale caratterizzato dal bel gioco...eheheheheheh. E comunque, sono ansioso di conoscere la formazione che si inventera' quel genio del CT, ma magari col c...o che ha avuto finora ci fa vincere l'europeo, speriamo...