Golding salva un solitario nell’Indiano

Una volta il giro del mondo in solitario senza scalo si chiamava Around Alone. Durissimo, quasi impossibile. Questa volta sono partiti in sei ma hanno subito la severità del mare che li ha messi a dura prova. Dopo la partenza da Bilbao a fine ottobre, i partecipanti hanno sopportato una prima burrasca con danni. Adesso sono nell'oceano Indiano e pochi giorni fa Mike Golding (il nemico di sempre di Giovanni Soldini) ha salvato dall'affondamento Alex Thomson che ha abbandonato Hugo Boss. Poche ore dopo l'eroico salvataggio, che ha significato una inversione di rotta, l'albero di Ecover però si è rotto in due parti e ai due non è rimasto che far rotta verso Città del Capo, rinunciando in pratica alla regata. In testa c'è il francese Bernard Stamm (Cheminees Puojoulat) che ha un vantaggio di 800 miglia, incolmabile a meno di avarie, sul secondo, il giapponese Kojiro Shiraishi con Spirit of Yukoh. Terzo il "vecchio" sir Robin Knox Johnston, indietro di 2500 miglia, un'eternità.