Goldman Sachs cederà il 12 per cento di Prysmian

Goldman Sachs si prepara a vendere una quota di azioni pari a circa il 12% del capitale sociale di Prysmian. L’operazione, si legge in un comunicato diffuso da Prysmian II Sarl (il veicolo lussemburghese attraverso il quale la divisione di private equity di Goldman Sachs nel 2005 aveva realizzato l’acquisto dell’allora Pirelli Cavi, poi divenuta Prysmian), avverrà attraverso una procedura di raccolta accelerata delle adesioni rivolta ad investitori istituzionali in Italia e all’estero.
Al momento della determinazione del prezzo dell’operazione, i venditori -Prysmian Lux II Sarl e Goldman Sachs International - sigleranno un accordo di congelamento della compravendita (lock up) per un periodo di sessanta giorni sulle restanti azioni detenute in Prysmian.
Goldman Sachs International gestirà l’offerta in qualità di bookrunner.
Secondo il sito Consob, Goldman Sachs controlla il 31,777% del capitale di Prysmian; cedendo il 12%, scenderà al 20% circa.
Il secondo maggiore azionista di Prysmian è Taihan Electric Wire, con il 9,9% del capitale, acquistato nel novembre 2007 sempre da Goldman.
Nel maggio scorso, Taihan aveva diffuso una nota per precisare che la partecipazione nel capitale di Prysmian non era variata e che non erano stati modificati i contratti di swap.
La posizione di Taihan illustrata nel maggio scorso è stata citata più volte dall’amministratore delegato di Prysmian, Valerio Battista, la settimana scorsa, in occasione della presentazione dei risultati dei primi nove mesi del 2009, allorché il manager veniva sollecitato dagli analisti sulle intenzioni dell’azionista coreano.
La società ha diffuso i conti giovedì scorso, a mercato chiuso: i primi nove mesi hanno visto un calo del 12,1% dell’utile netto ma il gruppo ha confermato i target per l’intero anno. Prysmian ha così incassato giudizi positivi dagli analisti: Citigroup e Centrobanca hanno confermato la raccomandazione «buy», con il prezzo obiettivo fissato rispettivamente a 15 e 13,5 euro per azione. Per gli analisti di Cheuvreux il titolo è «outperform», e il target price sale del 23% a 15 euro, Banca Akros conferma la valutazione «accumulate» e il prezzo obiettivo di 13,40 euro. Ieri a Piazza Affari il titolo Prysmian ha guadagnato lo 0,62% a 12,9 euro.