La «goleada» non sazia i blucerchiati: a Empoli per confermarsi protagonisti

Dopo le sei reti inflitte al Gubbio, e due giorni e mezzo di riposo, la Sampdoria riprenderà gli allenamenti questo pomeriggio a Bogliasco in vista della delicata sfida di Empoli. Come dichiarato dallo stesso Atzori, spetterà a lui l'arduo compito di far smaltire ai suoi la piacevole «sbornia» da goleada domenicale e farli concentrare sul prossimo avversario.
Il match di lunedì sera contro i toscani rappresenta infatti una ghiotta occasione, seppur insidiosa, per riscattarsi dalla prematura e inaspettata uscita dalla Coppa Italia inflitta ai blucerchiati proprio dalla squadra di Aglietti.
Per la serie «squadra che vince non si cambia», la Samp potrebbe scendere in campo al «Castellani» con la stessa formazione vista domenica scorsa. L'unica novità si avrà fra i pali, dove Sergio Romero, terminati i suoi impegni con la nazionale albiceleste, prenderà il posto di Da Costa. Ancora lontano il rientro di Daniele Gastaldello, fermo ai box per infortunio muscolare. Il difensore sta forzando i tempi per il suo recupero, ma difficilmente riuscirà ad essere pronto per la trasferta toscana; più probabile vederlo in campo nel prossimo match casalingo contro il Grosseto. Ancora fuori dall'undici titolare il trequartista Pasquale Foggia, che già da oggi lavorerà per entrare negli schemi e nelle logiche blucerchiate. Non è comunque da escludere che l'ex laziale possa fare il suo esordio con la maglia numero dieci a partita in corso.
Da parte sua l' Empoli, reduce da due sconfitte consecutive contro Pescara e Brescia, cercherà di riscattarsi di fronte al pubblico di casa, chiamato ad accorrere allo stadio in occasione della sfida contro la Sampdoria dal capitano del club toscano Lorenzo Stovini. Ma gli spalti del «Castellani» si tingeranno anche di blucerchiato: già quattro i pullman, organizzati da vari club, che nel pomeriggio di lunedì partiranno alla volta della Toscana per sostenere la squadra.
E se per Gianluca Atzori la gara col Gubbio non si può considerare quella della svolta definitiva, la sfida contro l’Empoli ha tutte le carte in regola per poterlo essere. Adesso non resta che chiudere in un cassetto il ricordo della goleada casalinga e lavorare duro per affermarsi come una delle protagoniste di questo campionato.