Golfisti single sempre in forma

9 ai golfisti single. In forma (secondo un recente studio). Il loro segreto? Giocano 18 buche, sgranocchiano qualcosa in club house con gli amici, vanno a casa, aprono il frigo e, non trovando nulla di decente, se ne vanno a letto. Diverso il destino dei golfisti sposati: finita la partita al club, si concedono una merenda alla «19ª buca», quindi tornano a casa, si infilano nel letto e, non trovando nulla di decente, aprono il frigo.
7 a Donald Trump. He's hot. Il quotidiano Usa Today ha riportato la notizia secondo cui il magnate americano ambirebbe ad organizzare un'edizione dello Us Open in uno dei percorsi di sua proprietà. Più specificatamente presso il Trump National Golf Club a Bedminster, poco distante da New York. Già calda la polemica con la Usga: Donald preferirebbe infatti l'espressione «You're fired» rispetto alla classica «Missed the Cut», per i giocatori che non dovessero passare il taglio dopo 36 buche. I rispettivi avvocati gettano acqua sul fuoco.
7 a Fanny Suneson. Invidiabile. Esistono donne che possiedono la rara capacità di cadere sempre in piedi. Fanny è una di queste. Evidentemente sorretta da un bel paio di gamboni sbudinati, non fatica a mantenere il giusto assetto. E, come se cotanta carrozzeria non bastasse, puntella ulteriormente il suo equilibrio grazie a un mantra simil religioso: prestare servizio solo a datori di lavoro forti, belli e prestanti. E per questo prima è stata la caddie storica di Nick Faldo e oggi invece, con la sacca in spalla, arranca dietro quel fusto di Henrik Stenson. Morale: tra lei e i suoi boss, l'unica che non sbaglia mai un colpo è lei.
5 a Phil Mickelson. L'uomo a cui non chiedere mai. Tanto probabilmente non capirebbe. Con quella camminata sbilenca non è proprio il ritratto del macho caliente. Se ne deve essere accorto anche lui, se ha ammesso di essersi messo a regime nella lunga pausa invernale e di essere diminuito di ben 8 chili. In quale parte del corpo non è dato sapere. Speriamo non nel cervello, che già prima della cura dimagrante spesso ricordava un cellulare senza tacche. Nel senso di non raggiungibile.
0 ai biografi di Kim Jong-il. N.C.: non classificabili. Il leader della Repubblica democratica della Corea ha giocato a golf una sola volta nella vita. Al Pyongyang Golf Club. Naturalmente accompagnato da 18 guardie del corpo (una per ogni buca), ha segnato in quell'occasione l'incredibile score di 38 colpi sotto al par. Questo stando ai suoi biografi ufficiali. Gli stessi per i quali: a) l'unica volta che è andato a pesca, ha catturato Moby Dick; b) durante la classica seduta mattutina alla toilette ha risolto il cubo di Rubik.