Golfo di Aden, catturati 19 pirati pronti all'assalto

I marinai della corvetta Corte Real hanno abbordato e catturato i predoni del mare che stavano attaccando una petroliera norvegese con mitra e lanciarazzi, avevano anche eplosivo ad alto potenziale

Nairobi - Arrembaggio e nave presa, ma stabolta sono stati i marinai di una nave da guerra portoghese a cattuare i pirati, nelle acque del Golfo di Aden. La nave da guerra Corte Real, impegnata nella missione Nato anti-pirateria è riuscita a catturare e disarmare 19 predoni del mare pronti ad attaccare una petroliera norvegese.Lo hanno riferito fonti dell’Alleanza citate dai siti portoghesi.

La nave cisterna Mv Kition ha lanciato l’allarme via radio ieri pomeriggio, quando i corsari armati di fucili d’assalto e lanciarazzi a bordo di una barca hanno tentato l’arrembaggio. «Erano a circa 20 miglia marine e noi eravamo la nave più vicina, quindi abbiano fatto decollare immediatamente il nostro elicottero che ha localizzato l’imbarcazione» ha spiegato il capitano di corvetta della Nato Alexandre Fernandes. I pirati sono stati costretti a ritirarsi verso la nave-madre.

La Corte-Real ha quindi individuato l’imbarcazione dei pirati ed è andata all’abbordaggio. Sulla nave, le forze speciali hanno scoperto esplosivo ad alto potenziale, quattro kalashnikov e un lanciarazzi con nove proiettili. «Parliamo di quasi un chilo di potente esplosivo. Utilizzato correttamente, una quantità simile può affondare una nave» ha fatto notare la fonte, sottolineando che si tratta di una scoperta senza precedenti. Dopo aver contattato le autorità portoghesi, i marinai hanno rilasciato i pirati, visto che ogni nave da guerra impegnata nelle operazioni anti-pirateria deve conformarsi alla legislazione del suo paese.