Goloubev, che contrabbasso in nome del suono collettivo

Dal 1992 al 2004 Yuri Goloubev è stato primo contrabbassista dei celebri Solisti di Mosca. Nello stesso tempo ha amato e praticato il jazz, al punto che nel 2004 ha lasciato la città natale e l'orchestra, scegliendo molto audacemente l'Italia come luogo adatto per seguire la sua più vera passione. Agli intenditori è bastata una sola fra le occasioni d'ascolto sempre più frequenti nei concerti e nei festival, accanto a nomi prestigiosi, per rendersi conto di quale splendido musicista fosse approdato nel jazz italiano e internazionale. Lo si ammiri adesso in questo cd con il trio completato dal pianoforte di Gwilin Simcock e dalla batteria di Asaf Sirkis, un progetto in nome collettivo «scattato - afferma Goloubev - fin dalle prime note che abbiamo suonato insieme».

SGS Group Inc. (Music Center)