Gomme Freddo e gelo «invernali» alle ruote

Livigno (Sondrio)È risaputo che la neve diminuisce l’aderenza di un’auto al fondo stradale. Grazie alla ricerca tecnologica, esistono pneumatici invernali in grado di assicurare grip non solo su percorsi innevati ma quando, in generale, il termometro scende sotto i 7 gradi. Queste gomme, grazie alla loro mescola «termica» e al disegno particolare del battistrada, garantiscono un’elevata trazione in accelerazione, in salita e consentono una direzionalità superiore in curva. Inoltre, riescono a evitare l’aquaplaning e riducono gli spazi d’arresto dal 15 al 30%. Per dimostrare queste caratteristiche di sicurezza Bridgestone e Mercedes hanno scelto il Ghiacciodromo di Livigno. Condizioni estreme al volante non solo per vetture familiari, a trazione integrale, come la Classe C 4Matic, ma anche di Suv come la Glk o la Ml. In pista, sono stati utilizzati tre nuovi tipi di pneumatici «termici» Bridgestone della serie Blizzak. Il primo test è avvenuto utilizzando pneumatici della serie Lm-30 su una Classe C.
Il disegno asimmetrico del battistrada, sin dai primi passaggi, ha amplificato l’aderenza in curva e ridotto gli spazi d’arresto in frenata. Sensazioni ancora più evidenti se si utilizzano i prestazionali Lm-35 che consentono di raggiungere, teoricamente, velocità sino a 240 km/h grazie al minor rapporto tra altezza del fianco e larghezza del battistrada. Questi due «treni» di gomme, tra l’altro, si sono dimostrati molto silenziosi rispetto alle rumorose gomme invernali di alcuni anni fa. A sorprendere, però, è stato il comportamento degli pneumatici Blizzak DM-V1 montati Ml e Glk. Queste due Suv, infatti, «zigzagano» agilmente e con precisione pure sui birilli posti dagli organizzatori per rendere più impegnativo il tracciato ghiacciato. I tecnici della Bridgestone, per ottenere questo risultato, hanno lavorato su una particolare mescola porosa e sul disegno delle lamelle.