Da Gomorra a Betlemme

Da Gomorra al presepe il passo è breve. Nella realtà. Nella Bibbia la strada è più lunghetta e pure più tortuosa a ben vedere. Roberto Saviano, che è uomo dei nostri tempi, l’ha compiuta in un attimo e dai forni napoletani, proprio ieri è uscita la statuetta che lo ritrae pronta, come da tradizione, a entrare nel presepio natalizio di fine anno per i volti famosi. Abbigliato in jeans, t-shirt e giacca rigorosamente nera, Saviano farà bella mostra di sé accanto a figure famose scomparse di recente come da consolidato copione alle falde dell’Etna. Dal forno di Marco Ferigno, maestro pastoraio di S. Gregorio Armeno per consolidata stirpe uscirà anche Paul Newman indimenticato «spaccone» nelle vesti del Colore dei soldi.