Il gonfalone della Regione all’Angelus

«Vicinanza al Papa per la censura alla Sapienza»

Il gonfalone della Regione sarà domenica alle 12 a Roma in piazza San Pietro, per portare la solidarietà dei lombardi a Benedetto XVI. Un’iniziativa proposta dalla giunta e condivisa «a larga maggioranza anche dal Pd». La volontà, ha spiegato il governatore Roberto Formigoni, è quella di esprimere «totale vicinanza al Papa per l’ingiusto tentativo di censura che in maniera del tutto inaccettabile alcuni docenti, ex docenti e studenti della Sapienza hanno messo in atto». Proteste che hanno spinto il Papa a rinunciare alla visita all’ateneo. Il gonfalone sarà accompagnato all’Angelus del Papa da una delegazione di assessori e consiglieri. Formigoni ha ricevuto inoltre un invito da un gruppo di dipendenti della Regione che ha organizzato per oggi alle 12.30 in Auditorium Gaber (fuori dall’orario di lavoro) un momento di preghiera come segno di vicinanza al Papa. An ha presentato invece in consiglio una mozione per esprimere «sdegno» e invitare «i rettori delle Università lombarde a esporre il messaggio che il Papa avrebbe dovuto leggere alla Sapienza».
«I professori laicisti e gli studenti contestatori - si legge nel sito della Chiesa di Milano - resteranno soli con loro stessi, con le loro certezze ottocentesche, con un mondo provinciale e autoreferenziale che non esiste più».