Goodyear a difesa dei Suv Al via il «4x4 Challange»

Valerio Boni

da Milano

Mentre da più parti arrivano proposte per ridurre le possibilità di movimento per le auto 4x4, Goodyear lancia un’iniziativa per dimostrare che i Suv non sono meno ecocompatibili delle berline di pari cilindrata. Il programma si divide in due parti: una fase iniziale in cui saranno svelati da istruttori qualificati i segreti della guida in fuoristrada, e una seconda, alla quale accederanno gli automobilisti più promettenti, che prevede la partecipazione a un master di perfezionamento in Sudafrica.
«4x4 Challenge» e «Serious Freedom 4x4 Academy» sono due eventi che non richiedono costose formule di iscrizione. Per accedervi è sufficiente dimostrare di avere acquistato, tra aprile e maggio, quattro pneumatici Wrangler. A questo punto non resta che attendere la convocazione a uno dei sette appuntamenti in programma dal 2 luglio al 25 settembre in Sicilia, Lombardia e Umbria. In ognuna delle date saranno disponibili 25 posti per seguire il corso, che prevede, oltre alle prove di guida, test di orientamento e di abilità fisica. Chi otterrà i punteggi più alti nei sette appuntamenti accederà alla seconda parte del programma, che prevede una settimana a tutto 4x4 nella tenuta di Klipbokkop. Una vera scuola all’aperto a 150 chilometri da Città del Capo. «Se uno dei finalisti otterrà un punteggio alto - precisa Alessandro Coggi, presidente e amministratore delegato di Goodyear Dunlop Tires Italia - avrà la possibilità di partecipare al 4x4 Eco Challenge 2006, la competizione più ecologica al mondo. Un evento nato nel 2001, al quale partecipano squadre africane, dal Botswana allo Zimbabwe, che per la prossima stagione sarà esteso a Polonia, Belgio e Italia».