Google al galoppo vale quasi come Ibm

Le azioni del motore di ricerca oltre i 400 dollari

da Milano

Google al galoppo a Wall Street sfonda il muro dei 400 dollari ad azione. Ora il più noto motore di ricerca del mondo vale oltre 11 volte la Fiat avendo sfiorando la ragguardevole cifra dei 118 miliardi di dollari di capitalizzazione. Dall’inizio del 2005, il titolo ha più che raddoppiato il suo valore e ha guadagnato oltre il 375% circa dall’approdo in Borsa al prezzo di collocamento di 85 dollari, dell’agosto del 2004. Google, fondata nel dormitorio della Università di Stanford nel non lontano 1998 da due studenti, Sergey Brin e Larry Page, è stata l’unica Internet company capace di replicare i fasti della new economy. Gli analisti ritengono che Google presto riuscirà a superare il valore di capitalizzazione di colossi del calibro di Ibm (137 miliardi) e Intel (150 miliardi di dollari). Ora bisogna capire se la società continuerà a sostenere questi livelli di crescita grazie al lancio di servizi innovativi. La risposta per il momento è affermativa tanto che gli analisti di Thomson Financial stimano che il giro d’affari netto del motore di ricerca salirà nel quarto trimestre del 93% su base annuale, a 1,26 miliardi di dollari, contro il più 36% atteso per Yahoo e il più 11% previsto per Microsoft.
Tra le prossime decisioni che Google dovrà prendere c’è quello di uno split azionario dato che il valore di oltre 400 dollari ad azione è considerato dagli analisti molto elevato.