Google mette in palio 10 milioni "Un'idea per cambiare il mondo"

Il primo motore di ricerca al mondo dividerà i 10 milioni fra alle cinque migliori idee che porteranno "a risultati formidabili tramite una tecnologie intelligente che nel lungo termine avrà un impatto enorme"

New York - Le idee che possono "cambiare il mondo" corrono su Internet, la grande rete globale come veicolo dell'innovazione e della genialità. Un mega concorso aperto a tutti e un maxi premio da 10 milioni di dollari alle migliori idee che cambieranno il mondo: è il regalo che Google si fa per i suoi dieci anni di vita, dieci anni anch'essi nel segno dell'innovazione e della "rivoluzione". Il primo motore di ricerca al mondo dividerà i 10 milioni fra alle cinque migliori idee che porteranno "a risultati formidabili tramite una tecnologie intelligente che nel lungo termine avrà un impatto enorme", spiegano a Google. Le migliori idee saranno finanziate e i promotori beneficeranno di un "karma positivo e proveranno la soddisfazione di sapere che le loro idee potranno veramente aiutare il mondo". E lo potranno fare utilizzando quell'immenso acceleratore di idee e aggregatore di informazioni che è il web.

Le idee andranno presentate entro il 20 ottobre: una prima selezione delle 100 migliori sarà resa nota il 27 gennaio 2009. Poi gli utilizzatori di Google selezioneranno le 20 finaliste, fra le quali il consiglio di amministrazione della società sceglierà le cinque migliori. "Noi non riteniamo di avere le risposte, ma crediamo che queste risposte stiano là da qualche parte", spiega Google nella pagina web dedicata al progetto, che rientra nel pacchetto di quelle allestite per festeggiare i dieci anni di vita.

Per inviare la propria "idea" basta compilare il modulo online per comunicarla sinteticamente e si può integrare la presentazione integrandola con un video 30 secondi. La votazione delle idee avrà inizio il 27 gennaio poi Google pubblicherà una selezione di cento idee e toccherà agli internauti scegliere il gruppo dei 20 semifinalisti. Il comitato consultivo selezionerà quindi fino a cinque idee finaliste.

Sono sette le categorie specifiche individuate per creare un percorso tematico. Comunità: per mettere in contatto le persone, creare comunità e proteggere culture locali. Opportunità: per le persone e le famiglie. Energia: per promuovere l'utilizzo di energia sicura, pulita ed economica per la Terra. Ambiente: ecosistema globale pulito e sostenibile. Salute. Istruzione. Casa. Infine c'è l'ottava categoria che si intitola "Altro": già, perché a volte, anzi, spesso le grandi idee sono quelle che non si possono catalogare.