Google presenta Hotpot. E’ il momento delle recensioni, per tutti!

La geolocalizzazione degli utenti e la valitazione di attività commerciali e luoghi è senza dubbio la nuova frontiera del search democratico e imparziale. Facebook ha lanciato Places, Foursquare (e Gowalla) hanno fatto del gaming geolocalizzato il loro punto di forza, con un meccanismo di Major davvero intrigante e appassionante

Google risponde agli attacchi e forte dell’ utenza di Latitude, Places e Google Maps lancia Hotpot http://www.google.com/hotpot, un servizio di valutazione e raccomandazione di luoghi e attività commerciali. E per l’occasione aggiorna pure Google Maps alla versione 4.7 per i dispositivi Android, dove proprio Hotpot è la novità principale (per gli altri utenti mobile, in attesa dell’ aggiornamento di Google Maps, le valutazioni possono essere fatte tramite l’apposita scheda su Places).

Google ha preso un po’ il meglio da ogni servizio. Ha “rubato” soprattutto da Foursquare l’ idea vincente dei Tips (delle raccomandazione da lasciare agli altri utenti), molto apprezzata dagli utenti.

Google Hotpot si presenta così. Un modo democratico e personale di valutazione. Si possono attribuire delle stelle alle attività, lasciare un tips agli altri utenti e valutare positivamente o negativamente nello specifico i servizi offerti dall’attività. Quindi nel caso di un ristorante è possibile votare il personale, la qualità della cucina mentre se si sta valutando un hotel si può dire la nostra su camere, locazione della struttura e la qualità generale percepita.

A differenza di Foursquare, non è possibile aggiungere luoghi. Questi sono proposti partendo proprio dalla base di Google Places. Ma difficilmente un’ attività o un luogo di interesse non sarà presente. Attività che già adesso possiede delle recensioni, prese per i ristoranti da 2spaghi.com e Yelp e per gli hotel da Booking e Tripadvisor, ma l’immediatezza di una stellina con Hotpot in termini di immediatezza non la batte nessun portale.

Le valutazioni e raccomandazioni poi possono essere fatte dal Pc non in mobilità, e qui entra in gioco un meccanismo ludico simile a Foursquare. Si cerca una zona (una città, una regione) e Hotpot mostra le attività in una pagina. Una volta votate e raccomndate 5 attività che conosciamo ne vengono proposte altre. E così via. Un sistema molto semplicistico, che però serve a Google per immagazzinare più informazioni possibili in pochissimo tempo. All’ utente viene dato un punteggio (anche qui un richiamo a Fousquare) in base a quante recensioni e valutazioni ha fatto. Una cosa carina, soprattutto per evitare spam, è data dal fatto che ogni utente ha a disposizione solo 10 “Best Ever”, la valutazione massima. Per rendere così le valutazioni più omogenee e reali.

Massimiliano Mancini, follow me on Twitter.com/mamanet

Annunci