Google sbarca sui cellulari di terza generazione

Accordo con Vodafone per il motore di ricerca e Tim manda i mondiali di calcio sulla rete mobile

da Milano

Grandi manovre per offrire nuovi servizi sui cellulari. Si parte dall’accordo stretto da Vodafone e Google per portare il motore di ricerca sui cellulari. Il colosso britannico delle tlc integrerà Google sul suo portale Vodafone live!, fornendo ai clienti che utilizzano i servizi di terza generazione (Umts) la possibilità di cercare sia sul portale, sia sul web informazioni di ogni genere, ovunque si trovino e dunque in qualsiasi momento della giornata.
Ma le novità non sono finite, complice anche il «3gsm World Congress» ossia la maggiore manifestazione del settore in corso fino a giovedì a Barcellona. Qui ieri l’amministratore delegato di Microsoft Steve Ballmer ha annunciato una intesa con British Telecom e Virgin Mobile, il quarto gestore britannico di telefonia cellulare, per trasmettere programmi televisivi sui telefonini. Non è un mistero infatti che le aziende di telefonia mobile puntano molto sulla trasmissione della tv tramite cellulare per incrementare utenti e fatturato. L’idea è quella di creare sinergia tra gli utenti della telefonia cellulare e quelli delle trasmissioni tv in digitale che sono seguite in Europa da 160 milioni di famiglie. Anche Tim in Italia vuole lanciare la tv via cellulare con tecnologia Dvb-h durante i mondiali di calcio in programma durante l’estate. Già nel mese di maggio a Roma, Milano e Torino verrà lanciato il cosiddetto super Umts ossia la tecnologia Hsdpa che rende più veloce le reti di terza generazione e dunque permette di vedere meglio le trasmissioni televisive digitali. L’introduzione della nuova tecnologia prevede un investimento di 60-70 milioni di euro. Serviranno per potenziare 5 mila antenne Umts, coprendo circa il 50% del territorio italiano entro il 2006.