Gorbaciov «avvisa» Obama: «Serve una perestroika Usa»

L'ultimo presidente Urss visita un quotidiano<BR> britannico, appena rilevato dal suo socio in<BR> affari Aleksandr Lebedev: «Serve un nuovo<BR> modello di capitalismo che prenda il meglio<BR> dal passato e dal modello socialista»

Il presidente Usa Barack Obama è avvisato. «Ci vuole una perestroika a stelle e strisce». A invocarla è l'ultimo presidente Urss Mikhail Gorbaciov. «Gli Usa hanno bisogno di "perestroika" (che in russo vuol dire ricostruzione, ndr), devono finire di dare ordini e cominciare a ricostruire il loro sistema finanziario e politico». Il monito è stato pronunciato davanti ai taccuini dei giornalisti (la notizia è stata ripresa dall'agenzia russa Interfax) mentre Gorbaciov stava visitando la sede del quotidiano britannico The Evening Standard, acquisito recentemente dal suo socio editoriale Aleksandr Lebedev.
«Dobbiamo trovare un nuovo modello di capitalismo, prendendo il meglio dal precedente modello e il meglio del modello socialista. Dobbiamo prendere stimoli dal capitalismo e un nuovo livello di uguaglianza e di giustizia sociale dal socialismo», ha detto l'ultimo presidente sovietico.
E forse non è un caso se in questi giorni in Russia potrebbe tornare in edicola Ogoniok (Il Lumicino), il popolare settimanale di epoca sovietica e portavoce poi della perestroika di Gorbaciov, che aveva sospeso le pubblicazioni nei mesi scorsi per mancanza di fondi. La ciambella di salvataggio è stata lanciata dalla casa editrice Kommersant, che pubblica l'omonimo quotidiano. Secondo il direttore generale della casa editrice, Demjan Kudriavtsev, Ogoniok - che nella metà degli anni Ottanta era arrivato a una tiratura di oltre tre milioni di copie - uscirà di nuovo a partire dal secondo trimestre di quest'anno.
Kudriavtsev ha sottolineato che verrà mantenuta la continuità della gloriosa testata, e che per ora non è prevista alcuna ristrutturazione o riduzione del personale. A dispetto della crisi del settore editoriale.