Gordon Brown? Un uomo irascibile che prende a calci i mobili

L'impietoso ritratto del premier britannico in un libro appena uscito del suo ex spin doctor

Un vero e proprio «regno del terrore» instaurato da Gordon Brown a Downing Street. È un ritratto del premier britannico a dir poco impietoso quello che emerge dal libro scritto da un ex consigliere del governo di Londra, pubblicato a tre mesi dalle elezioni generali che potrebbero sancire la fine di 13 anni di dominio laburista. Da una serie di interviste condotte da Lance Prince, vice dello «spin doctor» Alistair Campbell ai tempi di Tony Blair, con personale che lavora o ha lavorato per Downing Street viene fuori che Brown è solito «urlare con il suo staff, mostrare i pugni, gettare le carte all'aria e dare calci contro i mobili». Secondo Prince, che ha concesso alcune anticipazioni del suo libro, «Where Power Lies. Prime ministers v The Media», al quotidiano «The Independent», il trattamento che il premier è solito riservare alle persone che lavorano per lui è «imperdonanile». Senza contare, raccontano suoi consiglieri, che è ossessionato dalla copertura dei media, che vuole controllare ogni ora, e quando qualcosa non va bene ha «terribili accessi di ira». «È emotivamente e psicologicamente incapace di una leadership di qualsiasi tipo», accusa una fonte di Price, che taccia Brown di essere «patetico» e di «autocommiserarsi» quando le cose vanno male. Durissima e indignata la reazione di Downing Street al contenuto del libro.«Lance Prince - ha denunciato una fonte - non ha assolutamente alcuna idea di cosa succeda a Downing Street. Molto tempo fa, ha trascorso qui dieci minuti. Pensare che sia qualcuno che ha un insight sulla premiership di Gordon Brown è francamente ridicolo...Il mondo di Downing Street secondo Lance Prince è completa fantasia». Altre fonti vicine al premier hanno tuttavia ammesso che il ritratto di Prince è accurato, ma datato. «L'atmosfera è migliorata molto da quando la questione della leadership è stata finalmente risolta il mese scorso - ha rivelato una fonte - Un nuvolone è stato rimosso». «Il clima è migliorato - ha fatto eco un ministro - Tutti quando stanno remando nella stessa direzione».