Al Gore vara la sua tv ma per ora non convince

da New York

Al Gore, ex vicepresidente Usa ai tempi di Bill Clinton, vuole passare alla storia come l’inventore della tv del futuro, quella che ha raccolto la lezione di Internet. È partita ieri infatti Current Tv, emittente via cavo destinata ai giovani ideata da Gore con l'obiettivo di rivoluzionare il mondo della televisione, coinvolgendo direttamente i telespettatori, che ormai possiedono tutti - o quasi - una telecamera digitale e un computer per fare i montaggi. Dei programmi mandati in onda ieri a colpire in positivo è stata soprattutto la grafica, decisamente giovanile e innovativa: con alcune trovate prese direttamente dal web (una colonnina in basso a sinistra indica la durata del servizio, sul modello dei programmi per il download) e il ricorso a Google News, la testata informativa automatica del motore di ricerca, per dare una serie di informazioni insolite. Deludono, almeno per quanto si è visto, i contenuti, che puntano a essere meno frivoli di quelli delle tv destinate ai giovani, come Mtv, ma non sono particolarmente allegri e vivaci e paiono scollegati dall’attualità qutodiana. Qualche esempio: un lungo servizio da Tokyo era dedicato ai giovani con tendenza al suicidio, i quali chattano su siti Internet specializzati che il governo giapponese chiude regolarmente. Oppure un breve servizio, tecnicamente molto sofisticato (con lo schermo diviso in tre parti e un mix di immagini professionali e amatoriali, oltre a un montaggio vivace), ma dallo scarso interesse: una giovane coppia alle prese con il neonato, con il papà che - con grande orgoglio - fa vedere alle telecamere i risultati, color mostarda, della poppata nei pannolini.