Gossip su Putin e la ginnasta. Il Cavaliere mima il gesto di sparare col mitra

Il presidente
russo ha smentito oggi le voci secondo cui starebbe per sposare la ginnasta
olimpionica russa Alina Kabayeva, invitando i giornalisti a non "ficcare il naso" nella sua vita
privata

Porto Rotondo - Il presidente russo Vladimir Putin ha smentito oggi le voci secondo cui starebbe per sposare la ginnasta olimpionica russa Alina Kabayeva, invitando i giornalisti a non "ficcare il naso" nella sua vita privata. Secondo quanto riportato dai media nei giorni scorsi, Putin avrebbe divorziato segretamente da sua moglie Lyudmila e pensato al un nuovo matrimonio con l’atleta 24enne, campionessa olimpionica. "In ciò che dite, niente corrisponde a verità", ha detto Putin, rispondendo alla domanda di una giornalista durante la conferenza stampa di oggi insieme al premier 'in pectore' Silvio Berlusconi. "Ho sempre reagito negativamente a coloro i quali cercano di ficcare il naso nella vita privata degli altri", ha detto il presidente russo.

Berlusconi, ospite e amico di Putin di lungo corso, mentre la giovane giornalista russa insisteva nelle domande scomode al capo del Cremlino, ha mimato con le mani il gesto di sparare con un mitra, reazione immortalata anche dai fotografi presenti in sala. Il presidente russo ha sempre conservato l’immagine da uomo virile e imperturbabile durante gli otto anni del suo mandato al Cremlino, posando in foto accanto ad aerei militari e armi, o in immagini che lo ritraggono in tuta da judo - cintura nera - e a pesca a torso nudo nel cuore della Siberia.

L’ex agente del Kgb ha sempre cercato di tenere la sua vita privata lontana dai riflettori: raramente la stampa russa parla della sua famiglia e prima della conferenza stampa di oggi in Sardegna i media russi non avevamo mai toccato l’argomento delle presunte seconde nozze di Putin nelle proprie edizioni. Riferendosi ad alcuni articoli che lo ritraggono in compagnia dell’atleta Kabayeva e della telegiornalista russa Yekaterina Andreyeva,

Putin ha detto con un sorriso di pensare di "non sorprendere nessuno se dico che mi piacciono, perché sono donne russe", e ha precisato che, anche se considera le donne russe le più belle e talentuose del mondo, "le uniche che possono competere con loro sono le donne italiane". Difficile la mattinata della coraggiosa giornalista russa che ha oggi voluto fare domande sulla sua vita privata. Alcuni testimoni riferiscono di averla vista piangere alla fine della conferenza.