A Brescia scoppia il caos sulla campagna sessista

Polemiche per i discutibili poster del Comune per il decoro

La gomma da masticare associata ad una «tipa appiccicosa», un escremento di cane paragonato ad una «tipa da marciapiede», e, sopra, una lattina vuota con la scritta «non lasciarmi sola al parco». Sta provocando polemiche a Brescia la nuova campagna di comunicazione del Comune che invita a rispettare la città con lo slogan «Brescia sei tu. Tienila pulita». Per la Lega Nord, in Comune all'opposizione, si tratta di una iniziativa «del tutto maschilista e discriminatoria nei confronti delle donne. Chiederemo con un'interrogazione al sindaco Pd Emilio Del Bono - afferma Nicola Gallizioli, capogruppo - di intervenire immediatamente ritirando i manifesti, offensivi del genere femminile». In particolare, la Lega se la prende con il manifesto (in città ne sono stati diffusi oltre 700) con l'immagine di un escremento e la scritta «non sono una tipa da marciapiede». «È un'immagine di cattivo gusto che non tiene conto di tutte le difficoltà umane che spesso sono legate alla prostituzione femminile. È maschilista anche il manifesto che paragona una gomma da masticare ad una “tipa appiccicosa”».

Commenti
Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 12/07/2014 - 10:44

"Merda", gomma, cartaccia sono nomi femminili. Però escremento, foglio accartocciato e lattice sono nomi maschili. Dunque il male non è nei fatti, ma solo nella testa degli ignoranti accusatori. Dunque si tratta di sinistri malati di mente.