La governance di Profumo e le prediche a Passera

A lessandro Profumo è davvero un grande banchiere. Il migliore in Italia. Dall’alto della sua efficiente banca, pochi giorni fa ha criticato la governance duale (così si dice) adottata dal «cugino» Corrado Passera: si rischia di fare confusione, pensiamo anche noi, nel sovrapporre due cda. E 2 giorni fa sentito dal foglio russo Expert si è fatto prendere la mano e ci ha spiegato la governance di casa Cordusio: solo se offrissero 9 euro per comprare Unicredit si siederebbe al tavolo delle trattative. Ma come Profumo è il proprietario della banca? Non è forse, per quanto abile e unico, pur sempre un dipendente? Ha una quota di azioni superiore a quelle delle Fondazioni, sue socie? Quando i manager, si sentono padroni...