Il governatore garantisce: «Inchiesta interna e più ispezioni»

Una commissione per un’inchiesta amministrativa interna alla Regione Lazio e il commissariamento della Asl RmH dopo le dimissioni del direttore generale Luciano Mingiacchi, nei cui confronti la Procura di Velletri ha disposto l’obbligo di dimora nell’ambito dell’inchiesta su presunte truffe alle Asl del Lazio. Queste le prime, dure decisione del presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo. «L’amministrazione adotterà i provvedimenti cautelativi previsti dalla legge nei confronti dei dipendenti della Regione coinvolti nelle indagini - si legge in una nota del presidente Marrazzo - già domani (oggi) sarà insediata la Commissione amministrativa interna d’inchiesta sui fatti oggetto dell’iniziativa dell’autorità giudiziaria». Inoltre sarà rafforzata l’area ispettiva della Direzione programmazione dell’assessorato alla Sanità. Per oggi alle 13 sono stati convocati i direttori generali di tutte le aziende ospedaliere e sanitarie del Lazio.