Il governatore: «A Milano una rete Rai»

Formigoni chiede una rete Rai per Milano. «È arrivato il momento di affiancare al rapporto Stato-Rai il rapporto Regione-Rai. La Lombardia rappresenta 10 milioni di abitanti di cui 3 milioni e mezzo di abbonati che pagano il canone. All’azienda del servizio pubblico chiediamo: «Cosa ci dai in cambio?», dice il presidente della Regione in un’intervista a Prima Comunicazione in edicola da oggi. «La Rai deve portare a Milano programmi e una rete. Bisogna volerlo veramente. Ci vuole un cambio di mentalità». Accuse dure da parte del governatore: «La Rai si è totalmente romanizzata. Ci vuole uno strappo. Non si può pensare a Roma e poi fare a Milano: si deve tornare a pensare a Milano». Secondo Formigoni «è necessario ampliare la sfera dei diritti dei cittadini, ad esempio facendo in modo che la banda larga arrivi ovunque». Sulla banda larga è stato istituito un tavolo regionale al quale partecipano gli operatori. E il governatore assicura: «Se la situazione lo richiederà ci potranno essere anche finanziamenti pubblici». A sostenere Formigoni l’assessore alle Attività Produttive del Comune, Tiziana Maiolo: «Secondo Prodi il Nord dovrebbe accogliere senza fiatare l’immondizia campana, rinunciare su due piedi a Malpensa e continuare a subire una televisione pubblica totalmente romanizzata».