Governatore sardo Soru in difficoltà adesso querela il leader del Pdl

Dai comizi alle carte bollate. Trovandosi a disagio nelle piazze, Renato Soru è deciso a spostare la competizione elettorale in un’aula giudiziaria. Con una nota il candidato governatore del centrosinistra ha infatti annunciato l’intenzione di querelare Silvio Berlusconi per calunnia. A indispettirlo «le infamanti dichiarazioni» che il premier avrebbe fatto durante un comizio a Tempio su un appalto per la pubblicità. Ritenendole «intollerabilmente lesive della sua dignità personale in quanto del tutto mendaci».